3 minuti di lettura (696 parole)

Nessun divieto di Huawei pan-UE in quanto la Commissione approva il piano di mitigazione del rischio 5G

GettyImages-1083185352 Jaap Arriens/NurPhoto / Getty Images

La Commissione europea ha approvato un approccio di mitigazione del rischio per gestire l'implementazione del 5G in tutto il blocco, il che significa che non ci sarà un divieto paneuropeo di Huawei. Chiede invece agli Stati membri di coordinare e attuare un pacchetto di "misure di mitigazione" in una cassetta degli attrezzi del 5G annunciata lo scorso ottobre e approvata oggi.

"Attraverso la cassetta degli attrezzi, gli Stati membri si impegnano a progredire congiuntamente sulla base di una valutazione obiettiva dei rischi identificati e di misure di attenuazione proporzionate", scrive in un comunicato stampa.

Aggiunge che gli Stati membri hanno concordato di "rafforzare i requisiti di sicurezza, di valutare i profili di rischio dei fornitori, di applicare restrizioni pertinenti per i fornitori considerati ad alto rischio, comprese le necessarie esclusioni per le risorse chiave considerate critiche e sensibili (come le funzioni della rete principale ) e attuare strategie per garantire la diversificazione dei fornitori ".

La mossa è un altro colpo per l'amministrazione Trump - dopo che il governo britannico ha annunciato ieri che non avrebbe vietato ai cosiddetti fornitori "ad alto rischio" di fornire reti 5G.

Il Regno Unito ha invece affermato che imporrà restrizioni a tali fornitori, escludendo il loro kit dal "nucleo" "sensibile" delle reti 5G, nonché da alcuni siti strategici (come le sedi militari) e ponendo un limite del 35% su tale kit fornitura della rete di accesso.

Tuttavia, gli Stati Uniti hanno aumentato la pressione sulla comunità internazionale per chiudere completamente la porta al colosso tecnologico cinese, sostenendo che esiste un rischio strategico intrinseco nel consentire a Huawei di essere coinvolto nella fornitura di tale infrastruttura critica - con l'amministrazione Trump che cerca di demolire la fiducia nei cinesi tecnologia creata.

Si prevede che la prossima generazione di 5G supporterà una nuova generazione di applicazioni reattive - come auto a guida autonoma e telemedicina personalizzata - in cui è probabile che si ridimensionino anche i rischi, in caso di guasti della rete.

Ma la Commissione ritiene che tali rischi possano essere gestiti collettivamente.

L'approccio alla sicurezza del 5G continua a lasciare le decisioni su misure di "sicurezza specifica" di competenza degli Stati membri. Quindi esiste la possibilità che i singoli paesi prendano le proprie decisioni per escludere Huawei. Ma in Europa lo slancio sembra essere contro tali mosse.

"Il lavoro collettivo sulla cassetta degli attrezzi dimostra una forte determinazione a rispondere congiuntamente alle sfide di sicurezza delle reti 5G", scrive l'UE. "Ciò è essenziale per un approccio UE di successo e credibile alla sicurezza del 5G e per garantire la continua apertura del mercato interno purché siano rispettati i requisiti di sicurezza dell'UE basati sul rischio."

Il prossimo termine per la cassetta degli attrezzi 5G è aprile 2020, quando la Commissione prevede che gli Stati membri avranno attuato le misure raccomandate. Una relazione congiunta sulla loro attuazione seguirà entro la fine dell'anno.

Le azioni chiave approvate nella casella degli strumenti includono:

    Rafforzare i requisiti di sicurezza per gli operatori di rete mobile (ad es. Controlli di accesso rigorosi, norme sul funzionamento e il monitoraggio sicuri, limitazioni sull'esternalizzazione di funzioni specifiche, ecc.);
    Valutare il profilo di rischio dei fornitori; di conseguenza, applicare restrizioni pertinenti per i fornitori considerati ad alto rischio - comprese le esclusioni necessarie per mitigare efficacemente i rischi - per gli asset chiave definiti critici e sensibili nella valutazione coordinata del rischio a livello dell'UE (ad esempio funzioni di rete di base, gestione della rete e funzioni di orchestrazione e accedere alle funzioni di rete);
    Garantire che ciascun operatore disponga di un'adeguata strategia multi-vendor per evitare o limitare qualsiasi dipendenza maggiore da un singolo fornitore (o fornitori con un profilo di rischio simile), assicurare un adeguato equilibrio di fornitori a livello nazionale ed evitare la dipendenza da fornitori considerati elevati rischio; ciò richiede anche di evitare qualsiasi situazione di blocco con un unico fornitore, anche promuovendo una maggiore interoperabilità delle apparecchiature;
La Commissione raccomanda inoltre agli Stati membri di contribuire ad aumentare la diversificazione e la sostenibilità nella catena di approvvigionamento del 5G e di coordinarsi sulla standardizzazione intorno agli obiettivi di sicurezza e sullo sviluppo di sistemi di certificazione a livello dell'UE.

Legacies 2x12: la recensione di 'Kai Parker screw...
Guerra dello streaming: presto Disney+ anche in It...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.imperoweb.com/

loading...

Sections

Prodotti

Partner

Consigliati

Azienda

Seguici Sui Social

X

Impero Web Copyright Abilitato

Non è ammessa nessuna copia i contenuti sono protetti da diritti d'autore.