2 minuti di lettura (487 parole)

The Originals: Claire Holt commuove col racconto del suo aborto

The Originals: Claire Holt commuove col racconto del suo aborto

Claire Holt, interprete di Rebekah Mikaelson in The Originals, ha commosso il web col racconto del suo aborto. 

Ieri notte Claire Holt, fidanzata da pochi mesi con Andrew Joblon, ha sconvolto i suoi fan come un fulmine a ciel sereno pubblicando sul suo account instagram un lungo messaggio in cui confessava di avere avuto un recente aborto. 

All'inizio aveva deciso di non rivelare al pubblico la sua drammatica storia privata; ma dopo una serie di ripensamenti dovuti sopratutto ad un dolore insostenibile, che ha cercato in parte di mitigare cercando testimonianze sul web di altre donne che avevano vissuto la sua stessa esperienza, l'attrice si è decisa a raccontare tutto.

Claire Holt ha raccontato tutto nella didascalia di una foto, apparentemente innocua, che la ritrare sorridente davanti alle telecamere. Il racconto lascia senza parole, perchè rivela dettagli accurati del momento in cui è stata scattata e fa capire esattamente come quell'apparente sorriso radioso nascondesse ben altro....

Queste le parole della didascalia della foto:

"Ho scattato questa foto dieci giorni fa, mentre aspettavo di operarmi dopo che il cuore del mio piccolino aveva smesso di battere. L'ho mandata al mio fidanzato che aspettava nella sala d'attesa, per fargli sapere che stavo bene. Ma non era vero. Non mi sono mai sentita così distrutta in tutta la mia vita. Ero combattuta se mostrare questa foto così presto e sono ancora spaventata a rendere pubblica una battaglia tanto privata, ma lo farò ugualmente perché è davvero importante.  Dopo il raschiamento, ho trascorso ore su internet alla ricerca di donne che avessero avuto la mia stessa esperienza. Avevo  il  disperato bisogno di trovare qualcuno, chiunque in cui potessi identificarmi. Qualcuno che mi dicesse che la depressione e la disperazione erano normali. Che non era colpa mia. Che non sarei stata a pezzi per sempre. Ho trovato una comunità di donne che ha condiviso la mia stessa esperienza. Che si sono esposte nella loro vulnerabilità a proposito dell'aborto, cioè qualcosa di cui non si parla spesso e apertamente. Mi piange il cuore al pensiero che perdere un bambino sembra qualcosa che bisogna tenere per noi. C'è forse una qualche differenza con la morte di una persona che amiamo? E' forse più insignificante? Ecco cosa ho imparato cominciando ad uscire dal baratro: il sostegno significa tutto. Non sarei sopravvissuta a tutto questo senza l'amore incondizionato del mio compagno. A dispetto del suo dolore, è stato la mia roccia e la mia ancora di salvezza. Non saprò mai come ringraziarlo. Ma ho capito anche che aprirsi con gli altri è indispensabile. Quando ho raccontato la mia storia, quasi tutti quelli con i quali ho parlato mi hanno raccontato le loro.Tante persone affrontano questa cosa e conoscono la grandezza del dolore, malgrado siano in pochi a parlarne.
A chiunque  sia là fuori che ha avuto un aborto, sappiate che io vi capisco. Ho condiviso ogni granello del mio dolore, e non siete sole. Siate buone con voi stesse e spero anche che vi possiate trovare a vostro agio condividendo la vostra esperienza"


The Walking Dead 8x10: la recensione di "The Lost ...
Black Mirror rinnovata da Netflix per una quinta ...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 
loading...

Sections

Prodotti

Partner

Consigliati

Azienda

Seguici Sui Social

X

Impero Web Copyright Abilitato

Non è ammessa nessuna copia i contenuti sono protetti da diritti d'autore.