Kirkman e Gimple difendono la scelta di uccidere Carl

Kirkman e Gimple difendono la scelta di uccidere Carl

La morte di Carl avrà un impatto nello show che nessuna morte ha mai avuto prima. 

 Molti fan di The Walking Dead sono sul piede di guerra da quanto è stato rivelato durante gli ultimi minuti del midseason finale: Carl è stato morto da uno zombi, segnando quindi la sua imminente dipartita ( che vedremeo nell'episodio The Walking Dead 8x'9" al ritorno di The Walking Dead 8 il prossimo 25 Febbraio).

I fan dello show è ovvio che siano sempre sul piede di guerra quando viene ucciso uno dei protagonisti, ma stavolta con il personaggio di Carl si sente che è diverso il motivo di tanta rabbia. Chandler Riggs interpreta uno dei soli cinque personaggi della prima stagione ancora nello show; un altro di quei cinque, Morgan, se ne andrà a fine della stagione di The Walking Dead 8 per migrare in Fear The Walking Dead ed essere così protagonista del crossover tra le due serie.

Ma ancora più preoccupante per alcuni è il fatto che Carl non solo è vivo nel fumetto, ma vi ricopre anche un ruolo di primo piano: una storia che ora molti temono dovrà essere riealaborata o completamente eliminata di alcune parti per l'adattamento televisivo.

Entertainment Weekly ha intervistato Robert Kirkman la sua opinione riguardo all'enorme mossa di uccidere Carl all'interno di The Walking Dead 8. 

 "La prima volta che Scott Gimple mi ha proposto questa possibilità circa un anno fa" dice Kirkman che è anche produttore esecutivo della versione TV "ho reagito all'inizio dicendo 'Beh è un grosso problema sai? Potrei avere un po' di paura nel fare questo.' Ma una volta che mi ha spiegato esattamente quali erano i suoi piani a lungo termine e le cose che ne deriveranno e a cui questo porterà, è stata una decisione che mi ha trovato concorde".

Kirkman ha sentito il clamore di chi è sconvolto per lo sviluppo che la serie tv di The Walking Dead ha preso, ma dice che la squadra che sta facendo lo show si aspetta e apprezza la pressione che si accompagna ad una morte così grande e la conseguente deviazione dal materiale originale. "So che alcuni fan online sono rimasti davvero sconvolti, ma questo era calcolato da noi in fase di progettazione" afferma Kirkman. "Non dovremmo essere felici quando questi personaggi muoiono. Dovremmo essere preoccupati per ciò che verrà dopo e anticipare e sottolineare ciò che verrà dopo. E' come quando ti sei fidanzato e sei interessato a dimostrare che è una decisione che valeva la pena prendere. Questo ora è quello che dobbiamo fare".

Il produttore esecutivo Greg Nicotero che ha diretto l'episodio della première della seconda parte di stagione, che andrà in onda il 25 Febbraio, afferma che l'episodio servirà come capitolo conclusivo della storia di Carl. E dal momento in cui il giovane Grimes morirà inizierà il duro lavoro che dovranno fare per "ripagare" lo show di tale perdita.

"Le persone che sono preoccupate di perdere Carl e che continuano a chiedersi dove andrà lo spettacolo senza Carl, credo davvero metteranno in molti da parte quei sentimenti quando guarderanno questo episodio" afferma Nicotero" perchè faranno pace con la decisione presa dopo aver visto la puntata".

Robert Kirkman concorda e afferma che l'episodio première di febbraio rappresenta un grande successo sia per il personaggio di Carl sia per il ragazzino diventato ormai uomo che lo interpreta. "E' un grande tributo a Carl il personaggio e Chandler l'attore" dice Kirkman "E' sicuramente il miglior lavoro di Chandler. La sua interpretazione in questo episodio è stata assolutamente incredibile. E' qualcosa di cui dovrebbe andare davvero orgoglioso. Penso che sia qualcosa di cui le persone parleranno per molto tempo. Siamo davvero entusiasti di convidivere tutto questo con il pubblico" (Anche Chandler Riggs ha parlato con Entertainment Weekly di ciò che il suo ultimo episodio significherà per il proseguo della serie: "Sicuramente lascerà un messaggio duraturo per il proseguo dello show. E' stata la parte più bella nell'interpretare quei momenti finali sapere che Carl avrebbe avuto un impatto così duraturo nella storia").

Quanto a ciò che accadrà dopo che Carl sarà morto, Kirkman insiste nel ribadire che l'aggiustamento della storia non sarà così ampio come alcuni potrebbero supporre.

"Ci sono grandi, enormi storie in arrivo che si potrebbe pensare dovranno essere pesantemente modificate a causa dell'assenza di Carl" afferma Kirkman "Ma siamo a conoscenza di come sono queste storyline da anni. Ci sono piani specifici per far funzionare tutto. La perdita di Carl non significa necessariamente che stiamo per perdere grandi parti della storia dei fumetti. Significa solo che ci saranno delle differenze con loro. L'obbiettivo è che quelle differenze saranno tanto eccitanti per il pubblico quanto lo sono per me". 


 Per rimanere sempre aggiornati sulla serie consultate le pagine Facebook: The Walking Dead ITA, Caryl Italia, The Walking Dead Italia SerieTv

ed entrate nel gruppo a tema: The Walking Dead ITALIA~This is the BEGINNING

Vota:
True Detective: la terza stagione arriverà nel 201...
Venom: La prima foto ufficiale di Tom Hardy nei pa...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Sabato, 20 Gennaio 2018

Immagine Captcha

Sections

Prodotti

Partner

Consigliati

Azienda

Seguici Sui Social

X

Impero Web Copyright Abilitato

Non è ammessa nessuna copia i contenuti sono protetti da diritti d'autore.